Dibenedetto, "Il Taranto ha disputato un grande campionato"

Esordì sulla panchina dell'Altamura all'andata nella gara che termino sul 2-2. Parliamo di mister Dibenedetto, alla sua seconda esperienza sulla panchina biancorossa, chiamato dalla società per sostituire il dimissionario Cozza. Lo abbiamo contattato per porgergli alcune domande.

Dopo una prima esperienza cominciata proprio con la partita di andata è stato ricontatto dalla società, l'obiettivo è quello di centrare i play-off?

È l'obiettivo di inizio stagione, considerando le ultime vicissitudini e le concorrenti sicuramente non è un obiettivo semplice però proveremo a centrarlo. Abbiamo un calendario non semplice se consideriamo che dobbiamo affrontare tutte le squadre che ci precedono. Abbiamo Taranto, Andria, Cerignola, Savoia. Abbiamo un calendario che non ci sorride ma proveremo comunque a centrare l'obiettivo.

Nell'ultima giornata avete vinto uno scontro importante contro il Bitonto, che tipa di gara si aspetta dai suoi calciatori allo Iacovone?

Mi aspetto una gara dove proveremo a far punti. Sappiamo di incontrare una delle squadre più forti, attrezzata per vincere questo campionato.

Ci sarà un Taranto desideroso di riscattare lo stop di Gravina di due settimane fa. Secondo lei per Taranto e Altamura la sosta è stata utile o sarebbe stato meglio giocare?

In genere quando si viene da una vittoria è sempre meglio ripartire subito. Comunque non è importante questo, ogni partita è una storia a se. È fondamentale come si prepara la partita e come si affrontano gli avversari. In questo le qualità fanno la differenza.

Cosa teme maggiormente del Taranto, il gruppo o i singoli diretti da mister Panarelli che ad Altamura ha lasciato un ottimo ricordo?

Il Taranto è una squadra composta da singoli di categoria superiore, i valori e quello che riescono ad esprimono nelle singole partite è di categoria superiore. Per mister Panarelli parlano i risultati. Il Taranto si sta giocando la possibilità di salire in Lega Pro dunque gli va dato il giusto merito per il lavoro svolto.

Si aspettava questo Picerno che non perde da metà Ottobre?

Ha un'organizzazione di squadra non indifferente, non è l'ultima arrivata con calciatori che sono stati capaci di esprimere grandi qualità. Oggi non fosse altro per la situazione di classifica è la favorita. Sarà comunque un campionato avvincente fino alla fine sia per la promozione diretta che per i play-off.

Andrea Loiacono